Foggia, in 4 pestano consigliere Massimiliano Di Fonso: aveva rimproverato un uomo che gettava rifiuti in strada

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 Novembre 2019 17:29 | Ultimo aggiornamento: 17 Novembre 2019 19:20
Foggia, in 4 pestano consigliere Massimiliano Di Fonso: aveva rimproverato un uomo che gettava rifiuti in strada

La foto pubblicata su Facebook dal consigliere Di Fonso col volto tumefatto

FOGGIA –  In quattro lo hanno preso a calci e pugni perché aveva “osato” rimproverare un uomo che stava abbandonando materiale di risulta in strada. Per questo un consigliere comunale di Foggia, Massimiliano Di Fonso, è finito all’ospedale. A raccontarlo è stata la stessa vittima su Facebook, pubblicando anche una foto del suo volto tumefatto. 

Di Fonso, che è stato eletto in Consiglio comunale con la Lega ma ha poi abbandonato il partito per dissidi con i vertici provinciali e regionali, si è poi recato in questura per segnalare l’accaduto senza tuttavia sporgere denuncia. Teatro dell’aggressione una strada alla periferia di Foggia, viale degli Aviatori.

Tutto è cominciato quando Di Fonso ha notato l’uomo che stava smaltendo illegalmente i rifiuti e lo ha severamente redarguito. La reazione è stata immediata: l’uomo gli ha sferrato un pugno in pieno volto. Ma presto sono arrivate altre quattro persone che – secondo il racconto del consigliere – hanno continuato a picchiarlo brutalmente.

“Credo veramente di essere vivo per miracolo”, ha scritto su Facebook Di Fonso. “Stamattina non riesco nemmeno ad aprire gli occhi – ha aggiunto descrivendo quei terribili istanti – un pugno, un altro ed un altro ancora, poi a terra calci in faccia e sulla testa, ed io che cercavo di proteggere il capo”.

Indignato per l’accaduto il sindaco di Foggia, Franco Landella che ha parlato di un episodio “intollerabile”, visto che Di Fonso aveva “semplicemente e giustamente redarguito” chi stava a violando “palesemente le norme che disciplinano il conferimento dei rifiuti” .

Il consigliere “stava esclusivamente difendendo le regole che evidentemente una minoranza vigliacca e barbara della nostra città continua a considerare un optional di cui si può fare tranquillamente a meno” ha sottolineato il sindaco, che si è detto certo che “le forze dell’ordine sapranno rapidamente individuare gli autori di questo atto gravissimo e vergognoso e che la magistratura saprà assicurare loro la punizione esemplare che meritano”.

Fonte: Ansa, Facebook