Cronaca Italia

Foggia, arrestato vicepresidente Ruggiero Massimo Curci: evasione fiscale e riciclaggio

foggia-massimo-curci-arrestato

Foggia calcio, arrestato il vicepresidente

ROMA – Foggia, arrestato vicepresidente Ruggiero Massimo Curci: evasione fiscale e riciclaggio. E’ il vicepresidente onorario del Foggia Calcio Ruggiero Massimo Curci, il commercialista arrestato a Milano dalla Guardia di Finanza e dalla Polizia.

Curci, che sino al maggio del 2017 era indirettamente socio al 50% della squadra pugliese, è considerato il promotore di un complesso sistema di evasione fiscale e avrebbe ricevuto compensi illeciti per circa 600mila euro da parte di società riconducibili a soggetti coinvolti nella prima fase dell’inchiesta. Nei confronti di Curci, inoltre finanzieri e poliziotti ipotizzano di aver in parte riciclato parte di quel denaro finanziando con rilevanti importi il Foggia Calcio nelle stagioni 2015- 2016.

Massimo Ruggiero Curci, vicepresidente onorario del Foggia Calcio, squadra di serie B, avrebbe autoriciclato soldi illeciti “finanziando per oltre 790.000 euro, relativamente alle stagioni 2015/2016 e 2016/2017” il club, “verosimilmente pagando ‘a nero’ parte dei compensi spettanti (pari a circa 233.000 euro) a due allenatori e nove calciatori”.

E’ una delle ipotesi contestate allo stesso Curci, di professione commercialista, dal Nucleo di polizia tributaria della Gdf di Varese in uno sviluppo dell’inchiesta del pm della Dda di Milano Paolo Storari su presunte infiltrazioni della cosca mafiosa catanese dei Laudani in appalti della Lidl Italia e nel gruppo Securpolice che si occupava anche di sicurezza al Tribunale milanese. Nel cosiddetto ‘filone pugliese’ delle indagini i militari hanno eseguito oggi un decreto di sequestro preventivo per 8,2 milioni di euro a carico del commercialista foggiano indagato per bancarotta, indebita compensazione d’imposta e autoriciclaggio.

 

To Top