Foggia, scoperto un cimitero di cani: avvelenati?

di Chiara Aranci*
Pubblicato il 10 Marzo 2010 16:12 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2010 16:13

Una decina di carcasse di cani sono state ritrovate ieri sul ciglio della statale 16 a Foggia, allo svincolo della strada provinciale per Biccari.

Il ritrovamento dei cani

Uno spettacolo agghiacciante quello che si è presentato alla pattuglia della polizia stradale che ha trovato gli animali morti: erano tutti imbustati ed erano riversi in un luogo generalmente destinato all’abbandono selvaggio dei rifiuti. I corpi degli animali non presentavano segni di violenza e si presume che la morte sia avvenuta per avvelenamento e non a combattimenti clandestini tra cani. Sono stati individuati un rottweiler maschio e una femmina, apparentemente incinta, tutti e due con collare, degli altri non era riconoscibile la razza per lo stato di decomposizione del corpo. Probabile dunque che siano stati lasciati nel “cimitero” in tempi diversi.

Spetta ora alla polizia municipale la rimozione, su richiesta della Asl che deve stabilire le modalità d’intervento. Il numero considerevole dei cadaveri a cui si aggiunge il problema del cattivo odore spinge le autorità competenti a muoversi velocemente. L’ente nazionale protezione animali e l’ufficio veterinario provinciale sono gli organi incaricati di svolgere le indagini sulle cause e sulla responsabilità della morte dei dieci cani morti e “imbustati”.

*Scuola di Giornalismo Luiss