Foggia, cadavere con la testa mozzata: incidente provocato dalla catena del rottweiler che accudiva

Pubblicato il 24 Dicembre 2010 12:18 | Ultimo aggiornamento: 24 Dicembre 2010 14:44

Strozzato e decapitato dalla catena di un cane rottweiler che gli si è stretta attorno al collo mentre l’uomo cercava di legare l’animale: sarebbe morto così Ion Mema, di 52 anni, rumeno, che da alcuni anni lavorava alle dipendenze dell’azienda agricola nei cui pressi stamane è stato trovato il suo corpo, nelle campagne vicino Foggia lungo la strada provinciale per Trinitapoli. L’uomo aveva abitualmente il compito di accudire il cane.

Secondo la ricostruzione fatta dagli investigatori in base anche alle osservazioni del medico legale, l’uomo sarebbe stato aggredito dall’animale che probabilmente lo ha fatto cadere mentre cercava di liberarsi. Il rottweiler ha poi strattonato con violenza la catena che si è stretta attorno al collo di Mema strozzandolo prima e decapitandolo poi. L’animale si è poi avventato sulla testa portandola a qualche centinaio di metri dal corpo.