Forconi, continua la protesta in Veneto. Ma “niente marcia su Roma”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Dicembre 2013 11:55 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2013 11:56
Forconi, continua la protesta in Veneto. Ma "niente marcia su Roma"

(Foto Ansa)

VENEZIA – Dopo le polemiche sulle parole antisemite di Andrea Zuino, continuano le proteste dei Forconi al nord. La tangenziale sud di Vicenza è stata chiusa al traffico ed è il punto di maggiore criticità. Per ora nei presidi ‘tradizionali’ sono presenti poche decine di persone che non impediscono lo scorrere del traffico.

Restano al momento aperti i caselli sulla A4 di Vicenza Ovest, Montecchio, Montebello e Soave.

Franco Paoletti presidente di Cospa Fvg, anima del presidio dei ”forconi” di Orcenico di Zoppola ha però annunciato che ”non ci sarà alcuna marcia su Roma”. Paoletti ha spiegato che qualsiasi decisione circa la ‘fase 2’ della protesta sarà assunta collegialmente con gli altri leader territoriali, forse già nella giornata di oggi ma che sicuramente non sono previste marce nella capitale”.

Contro chi “getta benzina sul fuoco alimentando la rabbia e creando danni enormi” si scaglia intanto la presidente della Camera Laura Boldrini.

La presidente della Camera dei Deputati parla in un video in cui fa il punto sui lavori di Montecitorio e della situazione politica. “Il malessere ha tante, tante ragioni, credo che il compito della politica e delle istituzioni sia ascoltare queste ragioni e dare delle risposte. Mirare esclusivamente allo scontro di certo non aiuta chi non riesce ad arrivare a fine mese”.

E cita la lezione di Mandela come esempio: “Trasformare la rabbia in energia positiva”. Una lezione “che dovrebbe essere seguita veramente da tutti, anche qui in Italia dove la rabbia si sta manifestando in forme clamorose e purtroppo a volte anche violente. Credo non ci si debba sorprendere dalla protesta: c’è una crisi lunga e pesante”. Poi parlando da Assisi, dove la Boldrini si è recata insieme al presidente del Senato Piero Grasso per il tradizionale concerto di Natale ha aggiunto: “Sono giorni pieni di protesta sono proteste che sono conseguenze di sacrifici, non siamo ancora usciti da questa situazione di crisi ma dobbiamo comunque sapere di essere un grande Paese, dobbiamo sempre ricordarcelo e io sono sicura che ce la faremo anche questa volta”.