Forenza, deputata Tsipras a Regina Coeli: marijuana a Nunzio D’Erme

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 settembre 2014 12:47 | Ultimo aggiornamento: 29 settembre 2014 14:30
Forenza (Tsipras): un collaboratore porta marijuana in carcere a Nunzio D'Erme

Forenza (Tsipras): un collaboratore porta marijuana in carcere a Nunzio D’Erme

ROMA – Eleonora Forenza, europarlamentare eletta con la Lista Tsipras, ha fatto visita in carcere all’esponente dei Movimenti per la casa Nunzio D’Erme, con un collaboratore “fantasma” al seguito, provvisto di marijuana da passare a D’Erme.

E’ il curioso risvolto della visita a Regina Coeli, a Roma, di Forenza: visita che ha destato il sospetto, e poi l’allarme, di una guardia carceraria che ha visto il tentativo di far passare un grammo e mezzo di marijuana dalle mani del collaboratore a quelle di D’Erme.

Cosa, ovviamente, proibitissima ma che evidentemente si voleva fare sotto traccia. Ma qui, a scambio scoperto e infine saltato, è scattata una presa di distanza un po’ improbabile se non comica.

Eleonora Forenza era accompagnata anche da Giovanni Russo Spena, responsabile Giustizia di Rifondazione comunista, ma né lei né lui dicono di sapere che fosse quell’uomo. Un collaboratore? No, uno sconosciuto, uno mai visto e che incidentalmente sedeva con loro al momento del colloquio evidentemente:

«Non sappiamo chi sia. Né io,né Russo Spena, né lo stesso D’Erme, sapevamo cosa avrebbe fatto quell’uomo. E non lavora con la mia segreteria. Anzi, non l’ho mai visto».

Un collaboratore “fantasma” dunque, che ha cercato di fornire materiale per uno spinello a D’Erme.