Forlì. Tuffo mortale nel fiume Montone per giovane ucraino

Pubblicato il 28 Giugno 2010 1:05 | Ultimo aggiornamento: 28 Giugno 2010 15:40

Tuffo mortale per un ucraino di 28 anni che abitava a Cesena: il giovane, D.S., si e’ gettato da un’altezza di 5-6 metri dall’antico ponte della Brusia sul fiume Montone, a Bocconi di Portico di Romagna sull’Appennino forlivese, ma ha battuto fatalmente il capo su un gradone in un punto in cui l’acqua era profonda poche decine di centimetri.

L’incidente e’ avvenuto domenica 27 giugno verso le 17. Il corpo e’ poi finito in un tratto dove l’acqua e’ invece profonda alcuni metri ed e’ stato necessario l’intervento dei sommozzatori dei Vigili del fuoco di Bologna, giunti con un elicottero, per riportare a riva la salma.

Il giovane faceva parte di un gruppo di una decina di connazionali, tra cui alcune ragazze, che avevano deciso di passare la domenica nella zona del fiume. Secondo testimonianze, parecchi del gruppo avevano bevuto in abbondanza durante la giornata.