Forlì, “Ho sequestrato la mia fidanzata? No, era lei che voleva fare sesso a tre”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 giugno 2018 14:18 | Ultimo aggiornamento: 22 giugno 2018 14:18
Forlì, "Ho sequestrato la mia fidanzata? No, era lei che voleva fare sesso a tre" (foto Ansa)

Forlì, “Ho sequestrato la mia fidanzata? No, era lei che voleva fare sesso a tre” (foto Ansa)

FORLI’ – Un 35enne cesenate residente a Bertinoro è imputato in Corte d’Assise per aver chiuso in casa la fidanzata, una 19enne romana, finché non gli avesse organizzato una serata di sesso a tre con un’amica.  Nell’udienza [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]  di martedì, il pm ha chiesto di condannarlo a 4 anni.

Ma lui rigetta le accuse: “Lei era ossessionata dal sesso, e soprattutto dal sesso a tre”.

“Ho conosciuto quella ragazza su Facebook nel gennaio 2017. Tra di noi c’è stata subito una forte intesa, soprattutto fisica – ha raccontato l’uomo alla corte –. Ci vedevamo nei weekend. Io andavo giù a Roma, nonostante le spese che sostenevo, perché ho subito sentito un forte legame con lei. Poi però all’inizio di giugno abbiamo litigato. Perché lei voleva sempre fare sesso.Anche quando io ero stanco morto per il lavoro. Se non lo facevamo lei mi offendeva – ha sottolineato Giordano nelle sue dichiarazioni –. Quella volta, al telefono, litigammo perché lei voleva fare sesso a tre con una sua amica, che però alla fine s’è tirata indietro. Così lei ha preteso che io chiamassi una prostituta, ma poi non s’è fatto nulla… E’ venuta a Bertinoro e si è inventata dal nulla questa accusa”.