Forlimpopoli, colpi di kalashnikov contro i carabinieri dopo assalto al bancomat

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Ottobre 2019 10:57 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2019 13:04
Forlimpopoli, colpi di kalashnikov contro i carabinieri dopo assalto al bancomat

Una gazzella dei Carabinieri (foto ANSA)

ROMA – Assaltano il bancomat e per coprirsi la fuga sparano ai carabinieri con i kalashnikov. È successo questa notte, 14 ottobre, a Forlimpopoli, in provincia di Forlì-Cesena. Erano da poco passate le 2, quando una banda di malviventi ha fatto saltare col gas uno sportello della Banca Romagna Cooperativa, in piazza Trieste, nel centro storico della cittadina artusiana.

I banditi hanno fatto esplodere lo sportello automatico ma il sistema di allarme è entrato subito in funzione e così i carabinieri sono accorsi sul posto costringendo i banditi alla fuga i quali non hanno esitato a sparare, secondo quanto emerso, a colpi di AK47 contro le gazzelle. I proiettili hanno colpito la ruota di una vettura dei carabinieri e alcuni negozi adiacenti. Nessun carabiniere è stato ferito. Il bottino è in fase di quantificazione, le indagini sono in corso. Nel frattempo i criminali hanno fatto perdere le proprie tracce.

L’assalto al bancomat

I banditi che hanno assaltato un bancomat a Forlimpopoli avrebbero sparato sette colpi ad altezza d’uomo, probabilmente con un kalashnikov o arma automatica similare, contro i carabinieri. Secondo quanto riferito dagli stessi militari di Meldola, un proiettile ha colpito la gazzella dell’Arma, una Renault Clio, al parafango anteriore sinistro, mentre le altre sei ogive si sono infrante contro vetrine e muri. Nessuno è rimasto ferito e i due militari non hanno risposto al fuoco. I banditi, probabilmente tre, dopo aver fatto fuoco sono saliti su un’auto scura di grossa cilindrata e sono fuggiti, inseguiti dai militari, sulla via Emilia in direzione di Forlì. 

Fonte: AGI – ANSA