Forteto, arrestato Rodolfo Fiesoli, il fondatore della Comunità: abusi e maltrattamenti

di Redazione blitz
Pubblicato il 23 dicembre 2017 12:24 | Ultimo aggiornamento: 23 dicembre 2017 12:24
forteto-fiesoli

Forteto, arrestato Rodolfo Fiesoli, il fondatore della Comunità: abusi e maltrattamenti

FIRENZE – Rodolfo Fiesoli, il fondatore del Forteto di Vicchio (Firenze), è stato arrestato dai carabinieri in esecuzione dell’ordine di carcerazione a seguito della condanna divenuta definitiva dopo il pronunciamento ieri della Cassazione per accuse di violenze su minori ospitati nella comunità da lui creata.

La pena inflitta è di 15 anni e 10 mesi: Fiesoli deve scontarne un residuo di 14 anni, 8 mesi e 17 giorni.

Fiesoli, 76 anni, come si spiega dai carabinieri, è stato portato prima nella caserma a Pelago, dove risiede, per poi essere trasferito in quella di Pontassieve per il fotosegnalamento. La Cassazione, la cui sentenza è arrivata nella serata di ieri, ha in sostanza confermato la condanna inflitta dalla corte di appello di Firenze a Fiesoli, disponendo un appello bis solo per un capo di imputazione relativo a un presunto episodio di violenza sessuale contestatogli.

Il Forteto, nato nel 1977, per anni è stato indicato come centro di “eccellenza” in Toscana a cui il tribunale dei minori affidava ragazzi abusati e maltrattati nonostante Fiesoli negli anni 80 fosse stato condannato per reati simili. Nel 2011, dopo le denunce di ospiti della comunità o loro familiari, nel frattempo diventata anche un importante cooperativa agricola, era scattata un’inchiesta che ha portato alla condanna definitiva di ieri. Fiesoli, che si sarebbe fatto chiamare ‘Profeta’ seconda alcune testimonianze, fu anche arrestato all’epoca.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other