Fortunato Sorianiello, ucciso a Napoli dal barbiere. Il padre vicino al clan Grimaldi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 febbraio 2014 12:58 | Ultimo aggiornamento: 14 febbraio 2014 12:59
Fortunato Sorianiello

Fortunato Sorianiello

NAPOLI – Lo hanno ucciso ieri sera, dal barbiere, Fortunato Sorianiello, 24 anni. Lo hanno ucciso a Soccavo, periferia occidentale di Napoli, in una traversa di Via Epomeo. Nessun precedente per camorra ma gli inquirenti scavano nella vita di Francesco, figlio di Alfredo, detto ‘o Biondo,  vicino al clan Grimaldi.

Il 9 settembre 2011, Fortunato Sorianiello era stato arrestato insieme al padre in un terrano fortificato in via Catone, blindato e protetto da telecamere di videosorveglianza, utilizzato come base per lo spaccio di cocaina. Ieri sera, a fare irruzione nel negozio di barbiere dove si trovava la vittima è stato un sicario incappucciato, che si è avvicinato a Sorianiello colpendolo da distanza ravvicinata con due proiettili, uno alla testa e uno al torace. Nel negozio in quel momento c’erano, con il titolare e Sorianiello, altri due clienti, terrorizzati ma rimasti incolumi. Il killer si è poi allontanato, presumibilmente a bordo di una moto condotta da un complice che lo aspettava all’esterno.