Torino, foto osé della fidanzata su Facebook: imprenditore condannato

di redazione Blitz
Pubblicato il 5 ottobre 2018 22:33 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2018 22:33
Torino, foto osé della fidanzata su Facebook: imprenditore condannato

Torino, foto osé della fidanzata su Facebook: imprenditore condannato (foto Ansa)

TORINO  – Alternava momenti d’affetto, in cui ricopriva la fidanzata di premurose attenzioni, ad altri di violenza. E pubblicava su Facebook le foto osé che la fidanzata gli aveva girata. Ma alla fine l’uomo, un imprenditore di 39 anni, è stato condannato dal tribunale di Torino per diffamazione a mezzo Facebook, maltrattamenti e lesioni e al pagamento di una provvisionale di 20mila euro.

L’uomo, che era arrivato ad acquistare una pagina di giornale per chiedere alla donna di sposarlo, accecato dalla gelosia aveva pubblicato sui social alcune foto osé della fidanzata dandole della escort. La relazione tra i due è durata una decina di mesi. Bastava una telefonata a un’amica, o uno sguardo a un cameriere, per scatenare la gelosia dell’imprenditore che, in alcune occasioni, l’ha anche percossa. Dopo essere finita due volte in ospedale, la donna lo ha denunciato.

“Una sentenza che spero sia da esempio a chi, per vergogna o per paura, vive nel silenzio certe situazioni”, commenta l’avvocato di parte civile Michele Polleri. “Faremo ricorso. Il mio cliente è stato condannato anche per il reato di maltrattamenti in famiglia, peccato che la famiglia non esistesse”, ribatte l’avvocato Gianluigi Marino, che difende l’imprenditore.