Francesca e Cinzia, amiche no vax uccise dal Covid a distanza di pochi giorni al Cotugno di Napoli

di Daniela Lauria
Pubblicato il 6 Dicembre 2021 12:45 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2021 12:45
Francesca e Cinzia, amiche no vax uccise dal Covid a distanza di pochi giorni al Cotugno di Napoli

Francesca e Cinzia, amiche no vax uccise dal Covid a distanza di pochi giorni al Cotugno di Napoli

Sono morte entrambe, a distanza di dieci giorni l’una dall’altra, Francesca, di 71 anni e Cinzia, di 54. Le due amiche no vax temevano più il vaccino del coronavirus, che invece le ha stroncate. 

Le due donne, una di Napoli e l’altra di Castellammare di Stabia, sono decedute all’ospedale Cotugno dove erano finite ricoverate, dopo aver provato a curarsi a casa, con l’ausilio della sola aspirina.

Francesca e Cinzia, amiche no vax stroncate dal Covid

Unite nella scelta di non vaccinarsi come nel loro tragico destino. La più anziana, Francesca, di 71 anni, è morta il 22 novembre in seguito alle complicanze del Covid unite anche ad una patologia pregressa. 

Dieci giorni più tardi è toccata a Cinzia, 54 anni, che lavorava in una pasticceria a Pompei. “Troppo testarda, non si era voluta vaccinare”, commentano alcuni amici sui social. 

Chi le conosceva racconta che le due amiche erano convinte che il coronavirus non fosse pericoloso, al punto che non indossavano neppure la mascherina.