Francesca Fantoni uccisa a Bedizzole: Andrea Pavarini confessa l’omicidio

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Gennaio 2020 14:31 | Ultimo aggiornamento: 29 Gennaio 2020 14:31
Francesca Fantoni, Andrea Pavarini in carcere confessa l'omicidio

Il luogo del ritrovamento del cadavere di Francesca Fantoni (Foto ANSA)

BRESCIA – Francesca Fantoni è stata trovata morta nel parchetto di Bedizzole, in provincia di Brescia, il 27 gennaio. L’uomo fermato per il suo omicidio, il 32enne Andrea Pavarini, ha confessato il delitto durante l’interrogatorio che si è svolto la mattina del 29 gennaio nel carcere di Brescia, dove è rinchiuso. 

Durante l’interrogatorio Pavarini è stato seguito dal legale difensore Ennio Buffoli, che ha dichiarato: “Il mio assistito ha risposto a tutte le domande”. L’uomo avrebbe infine ceduto e ammesso di aver ucciso l’amica Francesca, che era affetta da un lieve ritardo cognitivo.

A farlo crollare sarebbe stato un dato fornito dagli inquirenti: il sangue sulla felpa che indossava sabato sera Andrea Pavarini e che è stata trovata a casa dell’uomo fermato corrisponde al profilo genetico della Fantoni. Lo hanno stabilito le analisi effettuate dagli inquirenti e il dato è contenuto nella richiesta di convalida del fermo presentata dalla Procura al gip che questa mattina in carcere a Brescia ha interrogato il 32enne accusato di omicidio volontario. (Fonte ANSA)