Francesca Zaccariotto indagata, l’accusa: “Favorì il nipote di un boss”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 gennaio 2014 14:17 | Ultimo aggiornamento: 29 gennaio 2014 14:17
Francesca Zaccariotto e Luciano Maritan

Francesca Zaccariotto e Luciano Maritan

SAN DONA’ DI PIAVE (VENEZIA) – Avrebbe favorito l’assunzione di un pregiudicato, Luciano Maritan soprannominato “Cianetto” per questo è stata iscritta nel registro degli indagati la presidente della Provincia di Venezia, Francesca Zaccariotto.

Lui, Luciano Maritan, Cianetto, è il nipote di Silvano, “colonnello”, come lo definisce il Gazzettino, dell’ex boss della Mala del Brenta, Felice Maniero, e ancora oggi considerato regista indiscusso dello spaccio della droga nel Veneto Orientale.

Secondo l’accusa Francesca Zaccariotto avrebbe favorito l’assunzione di Cinaetto come guardiaparchi.