Bellomo insegna ancora a ragazze in mini. Saranno magistrate

di Riccardo Galli
Pubblicato il 23 gennaio 2018 10:18 | Ultimo aggiornamento: 23 gennaio 2018 10:29
francesco-bellomo-ansa

Francesco Bellomo in una foto Ansa

ROMA – Bellomo insegna ancora. Bellomo Francesco destituito dalla magistratura insegna ancora diritto. O meglio insegna come prepararsi, concorrere e vincere concorso e selezione per diventare magistrati, entrare in magistratura. Tiene, racconta Nicola Lillo su La Stampa, il suo corso qui e adesso dopo le accuse, le indagini, le inchieste e le decisioni contro di lui, più o meno come nulla fosse.

Soprattutto come nulla fosse accaduto, nella si fosse saputo, nulla fosse stato pubblicato, svelato e condannato, come nulla fosse reagiscono allievi e allieve di Francesco Bellomo. A loro frega nulla. Codici di comportamento e di abbigliamento (mini e tacchi alti) imposti alle allieve? Patto di subordinazione tra allieve e maestro? Conferimento forzato della propria vita privata da parte delle allieve nelle mani e disponibilità di Bellomo? Vero, falso, provato, non provato, condannato, assolto, espulso…alla cinquantina di allievi e allieve che qui e ora nel racconto di Lillo sono a lezione da Bellomo frega nulla.

Loro sono all’hotel Holiday Inn Eur per farsi insegnare di scienza e diritto da Francesco Bellomo e altro non vogliono sapere. Anzi, qualcosa sanno. Sanno che chi ha seguito quel corso e questo Bellomo ha una più alta percentuale di riuscita, di passare la selezione. Come questo avvenga non li riguarda e loro non interessa. E neanche interessa loro nulla chi sia il docente e quale siano i prezzi di immagine e di compromissione da pagare per farsi istruire da un Bellomo.

Per loro Bellomo è uno che ti manda…in rete, in buca, a canestro, al traguardo (qualunque metafora sportiva è buona). Per loro Bellomo non è un signore espulso dalla magistratura, per loro è uno che ti dà la chiave per entrarci in magistratura. Non hanno imbarazzo né scrupoli questi cinquanta allievi ed allieve.

Nessun imbarazzo neanche a indossarla anche qui e oggi quella gonna corta e quei tacchi alti messi per caso e non per caso. C’è da giurare che anche gli allievi maschi, potessero, indosserebbero di spontanea volontà un Bellomo code se fosse stato a suo tempo consigliato per maschi.

Qualunque cosa abbia fatto o non fatto Bellomo, qualunque cosa gli accada o non accada giudiziariamente, qualunque sia la reputazione  di Bellomo, per questi allievi e allieve conta solo che Bellomo maestro li aiuta a vincere. Prova inconfutabile: sono qui, da e intorno a Bellomo nonostante tutto. Passare la selezione val bene una mini o quel che sia, è questa la morale pubblica e civile di questi ragazzi e ragazze e…saranno magistrati.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other