Francesco Mingolla muore carbonizzato in cabina Enel tra Palagiano e Mottola

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 dicembre 2013 18:57 | Ultimo aggiornamento: 30 dicembre 2013 18:58
Francesco Mingolla muore carbonizzato in cabina Enel tra Palagiano e Mottola

Foto Lapresse

TARANTO – Francesco Mingolla, 29 anni, è stato trovato carbonizzato in una cabina dell’Enel in contrada Lupini, sulla strada vecchia che collega Palagiano a Mottola (Taranto). Mingolla era residente a Bari-Torre a mare.

Non si esclude che l’incidente sia avvenuto durante un tentativo di furto di cavi di rame nella cabina e che la vittima non fosse sola. L’11 novembre scorso,sempre a Taranto un giovane di 26 anni morì folgorato mentre cercava di rubare cavi da una cabina elettrica in disuso nei sotterranei dell’Hotel Palace di viale Virgilio.

Il cadavere carbonizzato di Mingolla è stato trovato da personale dell’Enel all’interno della cabina. Secondo i carabinieri, l’uomo sarebbe caduto accidentalmente in uno dei trasformatori con tensione di 20mila volts.