A Francesco Schettino vogliono togliere i 50mila euro dell’intervista

Pubblicato il 11 luglio 2012 13:56 | Ultimo aggiornamento: 11 luglio 2012 14:27

Francesco Schettino (Foto Lapresse)

FIRENZE – Vogliono togliere il compenso a Francesco Schettino. Cinquantamila euro, addirittura settantacinquemila. Al Codacons poco importa quanto (e se) Mediaset abbia pagato l’intervista esclusiva al comandante della Costa Concordia. L’associazione dei consumatori ha però deciso di presentare un’istanza alla procura di Grosseto ”affinché sia disposto il sequestro cautelativo delle somme percepite da Schettino”.

”Le indiscrezioni di queste ore parlano di una cifra compresa tra i 50 e i 57mila euro, ma riteniamo che qualsiasi somma anche di entità inferiore percepita da Schettino per le interviste con i mass media, debba essere sequestrata dalla magistratura a scopo cautelativo. Ciò – spiega nella nota il presidente del Codacons Carlo Rienzi – come forma di tutela dei parenti delle vittime del naufragio, ai quali devono essere destinati tutti i compensi che la stampa elargirà in questi giorni al comandante”. A tal fine il Codacons presenterà a breve una istanza alla procura di Grosseto, chiedendo di procedere al sequestro cautelativo dei compensi che reti televisive, settimanali, quotidiani, radio e altre testate nazionali e internazionali dovessero elargire a Francesco Schettino per interviste, esclusive e altri servizi giornalistici.