Frascati/ Una ragazza si apparta per un “bisogno fisiologico” e le sparano con un fucile

Pubblicato il 18 Luglio 2009 14:35 | Ultimo aggiornamento: 18 Luglio 2009 14:39

Ha cercato “riparo” dietro un cespuglio, lontano da sguardi indiscreti, per un bisogno fisiologico, ma è stata colpita al volto e al ventre dai pallini esplosi da un fucile da caccia: ricoverata all’ospedale San Giovanni, è in prognosi riservata e dovrà essere sottoposta a un delicato intervento chirurgico. Sorte davvero drammatica quella toccata a una romena di 18 anni al termine di una tranquilla serata trascorsa in compagnia di un gruppo di giovani, tutti connazionali, alla periferia di Frascati. Una serata che aveva compreso anche una “visita guidata” a un rudere della zona, conosciuto come “Il Casale dei fantasmi”.

Poco dopo le 3, in via di Colle Pizzuto, la ragazza si è allontanata dal gruppo in cerca di un po’ di privacy ma qualcuno, probabilmente giudicando “sospetto” quel movimento tra le foglie, ha imbracciato il fucile e ha fatto fuoco dal balcone di uno dei palazzi vicini. I primi rilievi balistici e le successive perquisizioni, effettuate dai carabinieri della locale Compagnia, hanno consentito di appuntare i sospetti su un italiano di 76 anni, residente nel quartiere, trovato in possesso con il figlio di quattro fucili da caccia. Per l’uomo è scattato l’arresto. La giovane e i suoi amici sono tutti incensurati.