Frontone, Maddalena Agostini strangola il marito e tenta suicidio: “Perdonateci, non ce la facciamo più”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 agosto 2018 12:14 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2018 14:00

Frontone, Maddalena Agostini strangola il marito e tenta suicidio: “Perdonateci, non ce la facciamo più”

PESARO URBINO – “Perdonateci, non ce la facciamo più”. Inizia così il biglietto con cui l’anziana Maddalena Agostini salutava i loro cari dopo aver ucciso il marito Ugo Ascani e tentato il suicidio.  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] La donna è stata arrestata ed è piantonata nel reparto di psichiatria dell’ospedale di Frontone, in provincia di Pesaro Urbino. L’hanno trovata in stato di shock, vicino al cadavere del marito che soffriva di Alzheimer e che lei stessa a strangolato, confusa dall’età, dal dolore e dai farmaci che aveva assunto per tentare di uccidersi.

Secondo una prima ricostruzione, la donna era esausta e combatteva con una forte depressione per la grave malattia del marito, uno stato avanzato di Alzheimer. Residenti a Roma, ma in vacanza a Frontone, Maddalena ha preso un cavo elettrico, forse quello di un caricabatterie, o un foulard e ha ucciso il marito, strangolandolo. I segni sul collo, infatti, sono stati riconosciuti subito dai soccorritori.

Lei invece era accanto al letto, confusa dai barbiturici che aveva assunto per mettere fine alla sua vita. Un tentativo di suicidio andato a vuoto e una lettera rimasta sul comodino vicino a loro per chi avrebbe dovuto trovarli entrambi morti. “Perdonateci non ce la facciamo più…vi salutiamo da lassù”, così iniziava la lettera.

La donna ora rimane ricoverata in ospedale, in stato di arresto, mentre sul corpo del marito è stata disposta l’autopsia che sarà eseguita dal medico legale di Ancona nell’ospedale di Urbino.