Frosinone, sgominato un giro di baby prostitute. Tra gli arrestati anche due donne

Pubblicato il 25 luglio 2010 16:25 | Ultimo aggiornamento: 25 luglio 2010 16:25

Un giro di prostitute rumene è stato scoperto dai carabinieri a Frosinone. Ragazze giovanissime, quasi tutte minorenni, arrivavano in Italia ignare di ciò che sarebbe loro capitato. Quattro connazionali, due uomini e due donne, affittavano appartamenti a Frosinone o sul litorale romano e lì, dopo averle “convinte” a prostituirsi drogandole e violentandole, le costringevano ad incontrare clienti di ogni età.

Questa mattina, nel corso di una operazione denominata “baby squillo”, i carabinieri hanno arrestato i quattro aguzzini con l’accusa di induzione e sfruttamento della prostituzione, e due clienti con l’accusa di violenza sessuale. Quattro ragazze sono state rintracciate e affidate ai servizi sociali di Frosinone.

Tutta l’indagine sarebbe nata da informazioni assunte da un carabiniere fuori servizio che, notando una minorenne vestita con abiti succinti e, sicuramente non idonei per una ragazzina, l’ha prima avvicinata riuscendo poi a farsi raccontare i particolari della vicenda.