Cronaca Italia

Frustate ai figli con i cavi elettrici. Tre anni e sei mesi ai genitori egiziani

torino-genitori

Frustate ai figli coi cavi elettrici. Tre anni e sei mesi ai genitori egiziani

TORINO – Frustavano i figli con i cavi elettrici, li legavano alle sedie e li costringevano a frequentare un scuola araba e a portare il velo. Per questo due genitori egiziani residenti a Torino sono stati condannati a tre anni e sei mesi di carcere.

I ragazzini, tra i 10 e i 18 anni all’epoca dei fatti, sono stati affidati a una comunità. E dovranno essere risarciti di diecimila euro ciascuno.

Dal 2011 al 2015 tre sorelle e il fratellino sarebbero stati frustati con il filo elettrico sui palmi delle mani, legati a una sedia per punizione anche solo per un brutto voto a scuola, per un rientro in ritardo a casa. Il pm Dionigi Tibone aveva chiesto 5 anni per il padre “Violento e manesco” e tre anni e sei mesi per la madre definita dall’accusa “succube e istigatrice”.

Secondo la ricostruzione della procura i ragazzini erano costretti a frequentare controvoglia una scuola araba a Torino durante il weekend, dovevano svegliarsi all’alba per pregare, non potevano utilizzare Internet e Facebook. Le ragazze dovevano indossare il velo pur non condividendolo. E stare zitte altrimenti “la mamma lo avrebbe detto a papà e sarebbero state botte”.

To Top