Funerali Rastrelli, polemiche per i saluti romani all’uscita del feretro

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 Agosto 2019 18:39 | Ultimo aggiornamento: 17 Agosto 2019 18:39
Saluti romani all'uscita dalla chiesa del feretro di Antonio Rastrelli, Ansa

Saluti romani all’uscita dalla chiesa del feretro di Antonio Rastrelli (foto Ansa)

ROMA – Napoli ha salutato oggi, sabato 17 agosto, Antonio Rastrelli, l’ex presidente della Giunta regionale della Campania dal 1995 al 1999, storico militante della destra napoletana (prima con il Msi e poi con An), morto a Ferragosto all’età di 91 anni.

Ma non sono mancate le polemiche. Non sono mancate perché all’uscita dal feretro dalla chiesa del Sacro Cuore alcune persone hanno salutato il feretro con il saluto romano urlando per tre volte “camerata Rastrelli! Presente”. Ed è scoppiata la polemica. Il vicesindaco, Enrico Panini, che era presente alla cerimonia funebre, in una nota ha poi stigmatizzato il fatto. “Una manifestazione, questa, davvero deplorevole e che condanniamo nettamente, che nulla ha a che fare con il dolore – che rispettiamo sempre – ma che ripropone parole e rituali sconfitti dalla storia”, ha scritto. Gremita fino all’uscio la chiesa del ‘Sacro Cuore’ al corso Vittorio Emanuele a Napoli. A

“Politico d’altri tempi, è stato un punto di riferimento per tutte le classi dirigenti, oltre gli schieramenti di appartenenza – ha detto il Governatore Vincenzo De Luca – Ha agito sempre con coerenza e grande rispetto delle istituzioni”. “Siamo sempre stati su posizioni politiche diverse e perfino opposte: lui veniva dal Msi ed io dal Pci. Ma tutti e due con il senso delle istituzioni”, ha scritto invece l’ex presidente della Regione, Antonio Bassolino.

Fonte: Ansa.