Funerali, sì dal 4 maggio: non solo all’aperto, presenti solo i congiunti, massimo in 15

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 Aprile 2020 12:36 | Ultimo aggiornamento: 30 Aprile 2020 12:36
Funerali, sì dal 4 maggio: non solo all'aperto, presenti solo i congiunti, massimo in 15

Funerali, sì dal 4 maggio: non solo all’aperto, presenti solo i congiunti, massimo in 15 (Foto Ansa)

ROMA – A partire dal 4 maggio si potranno tenere funerali “con l’esclusiva partecipazione di congiunti”, nel numero massimo di 15, “preferibilmente all’aperto” ma anche nel luogo di culto se questo non è possibile.

Si chiede la partecipazione ai riti con “le vie respiratorie protette” e evitando “il contatto fisico”.

Le celebrazioni dovranno svolgersi in un “tempo contenuto” ed “evitando cortei di accompagnamento del feretro”.

E’ quanto prevede, secondo quanto apprende l’ANSA, un documento del ministero dell’Interno inviato ai vescovi.

Il protocollo per i funerali, che potranno essere celebrati a partire dal 4 maggio, è stato dunque messo a punto.

Nel documento del ministero dell’Interno alla Cei, girato questa mattina ai vescovi, si parla dei funerali senza messa o con la messa.

In questo secondo caso si chiede di fare in modo che venga evitato qualsiasi “contatto fisico”.

In altri termini resta ferma l’indicazione delle distanze e quella di non scambiarsi il segno della pace.

Per quanto riguarda i riti dell’ Ultima commendatio et valedictio (ultima raccomandazione e commiato), le modalità “sono rimesse alla competente autorità ecclesiastica”, nel rispetto di “tradizioni e consuetudini” locali ma con l’indicazione che comunque si devono svolgere nello stesso luogo e tempo in cui si svolge il funerale. (Fonte Ansa).