Alba (Cuneo): celebrato il funerale di Pietro Ferrero, presente anche Berlusconi

Pubblicato il 27 Aprile 2011 10:58 | Ultimo aggiornamento: 27 Aprile 2011 12:20

ALBA (CUNEO) – Il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi è andato alla Cattedrale di Alba dove alle 11 il segretario di Stato Vaticano, il cardinale Tarcisio Bertone, ha celebrato i funerali di Pietro Ferrero. Presenti anche Renato Pagliaro e Alberto Nagel, rispettivamente presidente e amministratore delegato di Mediobanca, la regina del Belgio, Paola di Liegi, il ministro per la Semplificazione, Roberto Calderoli, il vicepresidente del Csm, Michele Vietti, il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, Michele Coppola, candidato del centrodestra a sindaco di Torino e la presidente della Provincia di Cuneo, Gianna Gancia.

L’accesso alla Cattedrale consentito solo alle autorità e a persone vicine alla famiglia. Per consentire a tutti di assistere alla funzione sono stati allestiti tre maxischermi nel centro di Alba. Trentamila persone affollano le strade. I genitori di Pietro sono arrivati tenendosi sottobraccio con Luisa, la moglie di Pietro e hanno risposto con un saluto all’applauso della folla che li ha accolti. Con il gruppetto dei familiari anche il fratello e la cognata.

“Tocca a me oggi dare voce al dolore dell’intera comunità albese in occasione dell’estremo saluto al dottor Pietro – ha detto il vescovo – le parole di stima, affetto e vicinanza che in questi giorni sono state rivolte alla famiglia e all’azienda hanno dato il segno della considerazione meritata di cui Pietro Ferrero godeva”.

“Ci consideriamo tutti un po’ eredi”, ha proseguito il vescovo che ricordando che quando lunedì scorso la notizia della morte è giunta ad Alba “tutti abbiamo sperato che non fosse vera”, ha concluso, “contavamo su di lui per lunghi anni di tranquillità e sicurezza. Siamo delusi, attoniti, ma non smarriti”.