Funerali scontati per gli iscritti ai sindacati di Ferrara

Pubblicato il 3 Gennaio 2012 16:10 | Ultimo aggiornamento: 3 Gennaio 2012 16:15

FERRARA – In tempo di saldi, arriva anche lo sconto sul funerale. E' la (e' proprio il caso di dirlo) sinistra coincidenza temporale dell'entrata in essere dell' intesa siglata a Ferrara dai tre sindacati confederali e Amsef, la societa' di onoranze funebri controllata dal Comune.

Intesa che garantisce, dall'1 gennaio, un -10% su bare, urne e addobbi di cui potranno giovarsi i circa 100.000 iscritti ai sindacati della provincia. E, va da se', anche ai parenti di primo grado degli iscritti che si trovino a dover dare addio al loro caro.

L'intesa prevedeva che dell'accordo fosse data comunicazione alla platea di potenziali beneficiari. E cosi' chi ieri e' tornato al lavoro, nella casella della posta elettronica con gli auguri di qualche ritardatario, si e' trovato anche la comunicazione dell'esistenza dell'accordo, che prevede appunto prezzi piu' leggeri per materiali ma esclude le prestazioni funerarie. Non proprio un bell'augurio per iniziare il nuovo anno. Ma comunque, nel funesto caso, un significativo risparmio.

Quanto? I conti sono presto fatti. Se infatti con 2-3.000 euro Amsef garantisce ''un servizio piu' che ben fatto'', spiega Paolo Panizza, presidente della societa', il circa 70% della spesa va, appunto, per materiali. ''A questo vanno aggiunti i costi cimiteriali o di cremazioni, circa 500 euro. Ma quelli sono stabiliti per legge nazionale''.

E li', si sa, non c'e' convenzione che tenga. Lo sconto sui materiali sara' valido per tutto il 2012, ma l'intesa e' estendibile per due anni. A chi storce il naso, va detto che l'azienda sul suo sito – dove si possono scorrere le 'proposte' di cofani o arte funeraria, spiegazioni dei tipi di sepoltura, o indicazioni sull' allestimento della camera ardente – alla voce 'Storia' mette, nero su bianco, di aver garantito dal 1975 ''alto livello qualitativo delle prestazioni, attenzione e rispetto nei confronti dei clienti, prezzi concorrenziali''.

''E' un'intesa che abbiamo fatto volentieri – ribadisce piu' volte Panizza – perche' il periodo e' economicamente difficile, e cosi' veniamo incontro alle persone''. E, non si tira indietro, cosi' contestualmente si allarga la platea dei potenziali clienti. Che, va detto, e' gia' ampia: dei decessi che avvengono nella citta' estense, Amsef gestisce oltre la meta' dei servizi. Ma ora l'intesa vale anche per tutti gli iscritti della provincia. E ''stiamo gia' lavorando ad accordi simili con associazioni sociali e del volontariato'', aggiunge.

Oggi l'azienda ha 39 dipendenti, fattura 4 milioni di euro, e ha di recente inglobato anche una parte di servizi informatici, che produce anche software per la gestione dei servizi cimiteriali. Ma il presidente, alla guida della srl da circa due anni, sta gia' studiando un nuovo servizio: il supporto psicologico, rigorosamente solo per chi lo desidera e totalmente gratuito, per chi deve affrontare un lutto traumatico.