G8 Maddalena: il Tribunale di Roma condanna Balducci (6 anni) e Anemone (4). Assolto Guido Bertolaso

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 febbraio 2018 12:50 | Ultimo aggiornamento: 8 febbraio 2018 12:50
G8 Maddalena: il tribunale assolve Bertolaso e condanna Balducci e Anemone

G8 Maddalena: il Tribunale di Roma condanna Balducci (6 anni) e Anemone (4). Assolto Guido Bertolaso

ROMA – Quattro condanne per associazione a delinquere, 12 tra assoluzione e prescrizioni. Lo ha stabilito il Tribunale di Roma nell’ambito del processo sugli appalti del G8. Assolto anche l’ex capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso “perché il fatto non sussiste”.

I giudici hanno condannato a 6 anni e 6 mesi l’ex presidente alle opere pubbliche Angelo Balducci, a 6 anni l’imprenditore Diego Anemome, a 4 anni l’ex generale della Gdf, Francesco Pittorru, a 4 anni e mezzo l’ex provveditore alle opere pubbliche della Toscana, Fabio De Santis.

Il tribunale ha dichiarato prescritto il reato di corruzione mentre sono state condannate le persone ritenute a capo dell’associazione a delinquere. Tra le posizioni prescritte, tra gli altri, quella dell’imprenditore Daniele Anemone. Tra gli assolti l’ex commissario straordinario mondiali di Nuoto di Roma, Claudio Rinaldi e l’ex funzionaria della presidenza del Consiglio, Maria Pia Forleo.

I giudici hanno, inoltre, disposto una provvisionale di 1 milione di euro che Diego Anemone e Balducci dovranno pagare al Ministero per l’Infrastrutture e 50 mila euro all’associazione Cittadinanzattiva. Inoltre Anemone e Pittorru dovranno risarcire per 250 mila euro la Presidenza del Consiglio. L’indagine sulla “cricca” era nata a Firenze nel 2010, poi fu trasferita a Perugia e infine inviata alla Procura di Roma per competenza.

Il processo nell’ottava sezione penale del tribunale di Roma è quello su un giro di tangenti che avrebbero macchiato la gestione di una serie di appalti per il G8 della Maddalena (poi trasferito a L’Aquila) e per la realizzazione di opere pubbliche in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Il tribunale, che ha dichiarato prescritti numerosi episodi di corruzione e ha assolto chi era ritenuto solo “partecipe” dell’associazione per delinquere, ha assolto, perché il fatto non sussiste, l’ex capo della Protezione civile Guido Bertolaso e l’ex dirigente del ministero dei Beni culturali Gaetano Blandini, che rispondevano di due distinti episodi di corruzione. (Repubblica.it)

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other