G8/ Fa esplodere bancomat a Milano come azione dimostrativa, l’anarchico Marco Baldini viene inseguito e bloccato da un boliviano irregolare

Pubblicato il 10 Luglio 2009 15:00 | Ultimo aggiornamento: 10 Luglio 2009 15:37

Aveva fatto esplodere un bancomat ma poi è stato inseguito e fermato da un cittadino boliviano irregolare. È avvenuto a Milano, dove un ragazzo di 25 anni, Marco Filippo Baldini, è stato arrestato dopo aver compiuto un’azione a suo modo di vedere dimostrativa nei confronti del G8. L’istituto attaccat0 è stato la filiale della Banca Popolare Commercio e Industria di piazzale De Agostini.

Tutta l’operazione condotta da Baldini, vicino agli ambienti anarchici,  è stata ripresa dalle telecamere di videosorveglianza. Il ragazzo, dopo aver parcheggiato la sua bicicletta, ha versato del liquido infiammabile all’interno del bancomat e ha dato fuoco ad una miccia, causando l’esplosione dello sportello. Poi è scappato, ma è stato inseguito e bloccato da un boliviano privo del permesso di soggiorno.

Baldini è stato arrestato con l’accusa di danneggiamento e possesso di armi, visto che era in possesso di un coltello multiuso.