G8, Pisciscelli: “Ho sborsato un mln euro in mazzette a politici”

Pubblicato il 4 Maggio 2012 20:40 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2012 20:50

ROMA, 4 MAG – ”Ho descritto il sistema illecito di aggiudicazione di gare di appalto per i Grandi Eventi. Ho fatto i nomi di politici di centro destra e di centro sinistra che hanno ricevuto soldi. Io ho sborsato un milione di euro in mazzette”.

Lo ha detto l’imprenditore Francesco Maria De Vito Piscicelli al termine dell’interrogatorio al quale e’ stato nell’ambito dell’inchiesta sui cosiddetti Grandi Eventi. Appalti per i 150 anni dell’unita’ d’Italia, mondiali di nuoto e G8 i temi affrontati nel corso dell’atto istruttorio.

”Io – ha dichiarato Piscicelli uscendo dall’ufficio del procuratore aggiunto Alberto Caperna – i lavori li ho vinti in maniera regolare. I soldi li ho dati per non essere danneggiato, per non avere il bastone tra le ruote, per non essere tormentato”. Piscicelli ha sottolineato di non aver consegnato personalmente il danaro ai politici, ma di averlo dato a dirigenti e funzionari dell’Unita’ di missione presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ente appaltante dei lavori.

Piscicelli ha dichiarato inoltre di aver perso, ossia di non essere stato pagato, 10 milioni di euro ”per lavori eseguiti nell’ambito dei mondiali di nuoto” e di aver subito dei danni per la ”mancata aggiudicazione di lavori decisa da politici che disposero andassero ad altri, come nel caso dei lavori dell’ Auditorium di Firenze in cui fui costretto a dichiarare in anticipo il ribasso”.