Gabriele Paolini, prescritto reato diffamazione per insulti a Emilio Fede

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 luglio 2015 14:34 | Ultimo aggiornamento: 6 luglio 2015 14:34
Gabriele Paolini, prescritto reato diffamazione per insulti a Emilio Fede

Gabriele Paolini, prescritto reato diffamazione per insulti a Emilio Fede

MILANO – Gabriele Paolini è stato prosciolto dalle accuse di diffamazione nei confronti di Emilio Fede per averlo insultato durante una diretta televisiva del Tg4 nel 2006. La Corte d’Appello ha stabilito il proscioglimento per prescrizione del reato commesso dal disturbatore tv, che era stato condannato in primo grado a 6 mesi di reclusione per aver gridato all’allora direttore del Tg4 “cornuto” in diretta.

L’episodio risale al 22 giugno 2006, quando durante un collegamento in diretta televisiva del Tg4 Paolini si presentò alle spalle del giornalista Alfredo Macchi, che stava parlando, e lanciò alcuni insulti nei confronti del direttore Emilio Fede, che era in studio a Milano. Il 2 dicembre 2008 Paolini era stato quindi condannato a sei mesi di carcere e a risarcire i danni per 10 mila euro.

Il 6 luglio, nel processo d’appello, è arrivata la sentenza di non luogo a procedere per prescrizione del reato. Paolini, che era presente in aula assieme a sua madre, difeso dall’avvocato Lorenzo La Marca, è attualmente agli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico con l’accusa di avere abusato di cinque ragazzini adescati tramite internet.