Gallura, quindicenne violentata in comunità: era stata tolta alla madre

Pubblicato il 1 agosto 2010 14:24 | Ultimo aggiornamento: 1 agosto 2010 14:55

abusi sessualiI figli, una ragazza di 15 anni e il fratello di 11, le sono stati tolti per essere protetti e aiutati, ma ora la madre, una casalinga residente in Gallura, scopre che nella comunità presso la quale sono stati affidati, la quindicenne avrebbe subito abusi sessuali e il più piccolo sarebbe stato minacciato perché prendeva le difese della sorella.

Il Tribunale dei minori di Sassari, come riferisce oggi il quotidiano L’Unione Sarda, ha recapitato alla donna un avviso di conclusione delle indagini ipotizzando il reato di violenza sessuale sulla ragazzina e di minacce verso il fratello.

Gli abusi, secondo la ricostruzione del giornale, sarebbero stati commessi da un altro ospite della comunità, di poco più grande della quindicenne. Lo stesso avrebbe poi minacciato il fratello, intervenuto probabilmente per proteggere sua sorella.

Il presunto responsabile dei reati sarebbe già stato allontanato dalla struttura. L’avvocato della donna, intanto, si è visto rifiutare diverse istanze per ottenere il ricongiungimento familiare, ma non si dà per vinto e insiste perché i figli possano rientrare a casa.