Gay picchiati: perizia psichiatrica per “Svastichella”

Pubblicato il 25 Novembre 2009 21:56 | Ultimo aggiornamento: 25 Novembre 2009 21:56

Una perizia per accertare la capacità di stare in giudizio, se al momento del fatto era capace di intendere e di volere, e una eventuale pericolosità sociale.

È quanto ha disposto il gup del Tribunale di Roma, Rosalba Liso per Alessandro Sardelli, soprannominato Svastichella, 40 anni, che il 22 agosto scorso aggredì davanti ad un parco nel quartiere Eur a Roma due giovani omosessuali appena usciti dal Gay village, riducendo uno in fin di vita.

Il pm Pietro Pollidori aveva chiesto per Sardelli nella scorsa udienza dieci anni di reclusione per i reati di tentato omicidio e lesioni gravi.

Sardelli che è a giudizio con il rito abbreviato davanti al gup, sarà esaminato da uno psichiatra, professor Francesco Raimondo che riceverà l’incarico il due dicembre prossimo. Il gup ha accolto l’istanza del legale di Svastichella Riccardo Radi.