Gay Pride, Caterina Balivo non sarà la madrina. Gli organizzatori: “La scelta aveva suscitato perplessità”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Giugno 2019 10:16 | Ultimo aggiornamento: 21 Giugno 2019 10:16
Gay Pride, Caterina Balivo non sarà la madrina. Gli organizzatori: "La scelta aveva suscitato perplessità" (foto Ansa)

Gay Pride, Caterina Balivo non sarà la madrina. Gli organizzatori: “La scelta aveva suscitato perplessità” (foto Ansa)

ROMA – Caterina Balivo non sarà la madrina del Gay Pride di Milano. Un vero e proprio passo indietro degli organizzatori del Pride che poi spiegano a social unificati: 

“È chiaro che la nostra scelta, di cui ci assumiamo la responsabilità, ha suscitato molte perplessità e polemiche. E poiché il Pride deve essere un momento di unità e uno spazio in cui tutti e tutte con le proprie differenze possano riconoscersi, abbiamo preso la decisione in accordo con Caterina Balivo di fare un passo indietro. Ringraziamo Caterina Balivo per la disponibilità e la sensibilità dimostrate in questa circostanza”.

A pesare, probabilmente, alcune parole della Balivo su Ricky Martin o su un abito troppo succinto indossato da Diletta Leotta. Parole che, evidentemente, hanno creato dibattito e che hanno costretto gli organizzatori del Gay Pride a rinunciare a Caterina Balivo come madrina.

5 x 1000

“Rimaniamo convinti che sia importante coinvolgere personalità del mondo dello spettacolo sul palco del Pride per consentire alle nostre istanze e rivendicazioni di raggiungere quel pezzo di Paese che ai Pride non ci viene e magari ha un atteggiamento ostile o indifferente rispetto alle ‘nostre’ tematiche – ha concluso il comitato -. Ora pensiamo tutti insieme alla settimana del Pride che ci aspetta. Buon Pride!”.

Fonte: Facebook.