Roma Pride. Glbt in piazza contro mesi di violenze, nella capitale 9 casi in 10 mesi

Pubblicato il 30 Giugno 2010 18:06 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2010 18:06

E’ stato forse l’anno più difficile per la comunità glbt di Roma. Dal 19 agosto del 2009 con il caso svastichella al 26 maggio scorso con l’aggressione ai danni di un 25enne, sono stati nove gli episodi di intolleranza omofoba nella capitale, espressa con attacchi a ragazzi gay o atti intimidatori verso luoghi e locali frequentati da omosessuali e transessuali.

Con questo ‘annus horribilis’ alle spalle, sabato alle 16.30 sarà tempo di ‘roma pride’, la giornata dell’orgoglio gay che quest’anno avrà come slogan la frase “ogni bacio è una rivoluzione”.

Partirà mercoledì 3  giugno alle 20 dal Circo Massimo la ‘staffetta dei diritti’, un evento sportivo che si inserisce nel calendario del Roma Pride 2010 in programma il 3 luglio da piazzale dei partigiani (metro piramide). “Dieci squadre composte da dieci persone dovranno percorrere 1.000 metri ognuna (2 giri di campo) per un totale di 100 km. E’ un’iniziativa- affermano gli organizzatori del Roma Pride- con cui vogliamo ‘scendere in campo’ e unire lo sport alla lotta all’omofobia. E’ la metafora di una comunità, quella lesbica, gay e trans, in marcia per l’uguaglianza e per i diritti di tutte e tutti”.