Gela: al suo primo giorni di assessore già riceve delle minacce di morte

Pubblicato il 14 Aprile 2011 15:24 | Ultimo aggiornamento: 14 Aprile 2011 17:03

GELA (CALTANISSETTA) – Minacciato di morte al suo primo giorno da assessore comunale. E’ accaduto a Gela ad un consigliere comunale del Pd, Carmelo Casano, di 48 anni, molto vicino all’eurodeputato Rosario Crocetta. Casano, che mercoledì aveva giurato come assessore comunale ai Lavori pubblici, davanti al sindaco, Angelo Fasulo, ha ricevuto una lettera anonima contenente l’immagine di un uomo incaprettato e la scritta: “Questa è la fine che ti aspetta, parli troppo”.

Una denuncia contro ignoti è stata presentata dal neo-amministratore ai carabinieri. Numerosi i messaggi di solidarietà e unanime la condanna. Tra i primi a telefonare a Casano proprio Crocetta (per il quale ”Gela non torna indietro, come dimostrano le denunce che continuano a pervenire copiose alla magistratura e alle forze dell’ordine”) ed il sindaco, Fasulo, che ha definito il gesto ”stupido e vile”.

”Di fronte a episodi di questa gravità – ha detto il primo cittadino – l’amministrazione esprime una ferma condanna per il grave atto intimidatorio, che non potrà mai essere tollerato da chi sta alacremente lavorando, per dare seguito al percorso di legalità avviato in questi anni a Gela”. Proprio mercoledì l’amministrazione comunale aveva firmato con le imprese edili, ed i sindacati, un protocollo di legalità da applicare nei 15 cantieri di lavoro appena aperti a Gela.