Gemelli scambiati a chi li ha partoriti: respinto ricorso genitori biologici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 8 Agosto 2014 19:04 | Ultimo aggiornamento: 8 Agosto 2014 19:04
Gemelli scambiati a chi li ha partoriti: respinto ricorso genitori biologici

Foto d’archivio

ROMA – I bimbi nati da scambio di embrione restano dai genitori con cui sono adesso: il giudice del Tribunale civile di Roma ha rigettato il ricorso presentato dai genitori biologici. Nel provvedimento di 16 pagine viene detto che il caso non è “suscettibile di ricorso alla corte costituzionale”

I gemelli contesi, un maschio e una femmina, sono nati domenica notte presso il reparto di Ginecologia dell’Ospedale San Salvatore dell’Aquila. Il parto è stato seguito direttamente dal primario del reparto, prof. Gaspare Carta. Mamma e neonati sono stati già dimessi: la madre dopo due giorni, i due gemelli – che sono in buone condizioni – sono rimasti ricoverati un giorno in più.

“Siamo davanti ad un fatto nuovo, non previsto, attendiamo la decisione del giudice”. Così Nicolò Paoletti, difensore dei genitori biologici, aveva commentato l’udienza davanti al giudice della I sezione civile di Roma per la vicenda dello scambio di embrioni.

“Gli avvocati dell’altra coppia – aveva spiegato – hanno depositato il certificato di nascita dei due gemelli. A questo punto il giudice non ha potuto fare altro che riservarsi una decisione che, speriamo, sarà presa nelle prossime ore”. Paoletti ha aggiunto che la coppia da lui assistita “ha saputo della nascita dei bambini questa mattina leggendo il giornale”.

Ma i giudici hanno dato ragione proprio all’altra coppia.