Gemellini uccisi a Margno, la autopsia: strangolati a mani nude

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Giugno 2020 19:40 | Ultimo aggiornamento: 30 Giugno 2020 19:40
Dalla autopsia è emerso che i gemellini uccisi a Margno sono stati strangolati

Gemellini uccisi a Margno, la autopsia: strangolati a mani nude (Facebook-Ansa)

Strangolatia mani nude. E’ quel che risulta dai primi esiti dell’autopsia sul corpo di Elena e Diego, i due gemellini di 12 anni ammazzati nella notte tra venerdì e sabato scorso a Margno, in Valsassina. Duplice omicidio di cui è sospettato il padre, Mario Bressi, morto suicida poco dopo. 

Omicidio di Margno, i risultati della autopsia

Bressi, 45 anni, si è infatti tolto la vita buttandosi dal Ponte della Vittoria.  

Lavorava come addetto al controllo di qualità in un’azienda della provincia di Milano e viveva a Gessate, nell’hinterland.

Al momento non è stato raccolto alcun elemento che faccia ipotizzare una premeditazione. Nella lettera inviata attorno alle tre di notte dall’uomo alla moglie Daniela, oltre a cercare di colpevolizzarla, questi avrebbe espresso le sue preoccupazioni per i problemi che sarebbero sorti con la separazione per la gestione dei bambini.

Nella missiva ci sono passaggi in cui lui fa capire a lei che non avrebbe più rivisto i bimbi e nemmeno lui perché “prenderò il volo”. (Fonte: Ansa)