Generali, Paolo Scaroni si autosospende da Cda per vicenda Porto Tolle

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 maggio 2014 10:33 | Ultimo aggiornamento: 15 maggio 2014 10:42
Generali, Paolo Scaroni si autosospende da Cda per vicenda Porto Tolle

Paolo Scaroni (Foto LaPresse)

MILANO – Paolo Scaroni si è autosospeso dal Cda delle Generali la mattina del 15 maggio dopo la sentenza del tribunale sulla centrale di Porto Tolle dell’Enel. La sospensione permarrà fino alla prossima assemblea del Cda, in cui la questione sarà discussa.

In una nota Generali spiega che Scaroni, che è stato ad dell‘Enel dal 2002 al 2005,

“ha reso noto di aver ritenuto opportuno procedere in tal senso alla luce di un’interpretazione prudenziale delle norme e in conseguenza della sentenza di primo grado emessa dal Tribunale di Rovigo per violazioni ambientali alla centrale di Porto Tolle dell’Enel”.

La compagnia assicurativa nella nota spiega:

“Il consiglio di amministrazione di Generali ha preso altresì atto che il dott. Scaroni si dichiara totalmente estraneo ai fatti contestati e che ha dato mandato per impugnare la sentenza del Tribunale penale. I reati oggetto della richiamata sentenza non riguardano il settore assicurativo e finanziario per la trasparenza e la disponibilità dimostrate”.