Ai genitori-nonni tolta la piccola Viola, per la Cassazione sono troppo vecchi

di Elisa D'Alto
Pubblicato il 8 Novembre 2013 13:56 | Ultimo aggiornamento: 8 Novembre 2013 13:57
Gabriella e Luigi Deambrosis

Gabriella e Luigi Deambrosis

ALESSANDRIA – La mamma ha 59 anni, il papà 70. Viola, di anni, oggi ne ha 3. E non vedrà più i suoi genitori naturali, perché la Corte di Cassazione ha deciso, con sentenza quindi definitiva, che Gabriella Carsano e Luigi Deambrosis sono troppo anziani per fare i genitori.

La vicenda dei coniugi di Alessandria va avanti da 3 anni. La piccola Viola (nome di fantasia) viene concepita all’estero, là dove le leggi sulla fecondazione assistita, soprattutto su coppie così avanti con gli anni, sono più flessibili. Gabriella rimane incinta, partorisce a Torino.

Gabriella e Luigi tornano a casa con la bambina, ma dopo 15 giorni il primo ostacolo. Luigi lascia per qualche minuto incustodita la neonata in auto nel vialetto di casa. Un vicino vede la scena, chiama la polizia. Arrivano gli assistenti sociali, primo processo per questa coppia di genitori-nonni.

Gabriella e suo marito vengono poi scagionati dall’accusa di abbandono di minore. Era solo qualche minuto, la bambina era nel vialetto di casa non in mezzo alla strada. Ma gli assistenti sociali vanno oltre e parte un altro processo: secondo gli assistenti la coppia è troppo anziana, non può badare alla bimba.

Il Tribunale dei minori dà ragione agli assistenti: Viola viene poco dopo affidata a genitori adottivi. Luigi e Gabriella lottano, fanno ricorso: è la loro unica figlia, arrivata in tarda età, un miracolo desiderato e finalmente arrivato.

La sentenza di Cassazione è però definitiva e taglia i ponti tra genitori e figlia: Luigi e Gabriella, da giovedì, non potranno più avvicinarsi alla loro bambina.