Genova: bambino di 2 anni azzannato da un rottweiler

Pubblicato il 18 luglio 2010 15:38 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2010 16:37

Un bambino di 2 anni, Filippo, abitante con i genitori a Varazze, è stato azzannato da un rottweiler sabato sera mentre giocava insieme ad un altro bambino in un ristorante di uno stabilimento balneare di Celle Ligure. Ora è ricoverato in osservazione all’ospedale Giannina Gaslini di Genova.

Secondo quanto raccontato dalla madre dell’altro bambino, Ilaria Pietrapolo, i medici del nosocomio genovese sarebbero riusciti a ricostruire parte del padiglione auricolare mancante e a suturare una profonda ferita lacero contusa alla testa e un’altra lesione secondaria alla schiena.

Così la donna descrive quello che è successo sabato sera. ”Immaginate tre cani sotto un tavolo dove si trovava gente in compagnia tra vino, caldo torrido e musica a tutto volume. Il bimbo non si è avvicinato al tavolo bensì al cane, privo di museruola. L’animale si è letteralmente scagliato contro il piccolo, azzannandolo alla testa, senza che la padrona avesse la forza di tenerlo. Per fortuna siamo riusciti a liberare il piccolo Filippo dopo una manciata di secondi, interminabili, ma la cosa che mi ha spaventata è che il bimbo giaceva immobile senza piangere, anche se per un attimo”.

“Era una maschera di sangue – prosegue la donna – Essendo amica degli sfortunati genitori e infermiera ho immediatamente allertato il 118, cosa che è stata fatta anche da un altro presente vicino al gruppo con i tre cani, il quale ha minimizzato l’accaduto sostenendo il bimbo aveva riportato solo una piccola abrasione all’orecchio, tant’è vero che sono stata accusata dall’operatrice del 118 di aver ingigantito i fatti”.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Comando di Celle Ligure. ”La terribile esperienza – cocnlude la donna – mi porta a consolidare la mia convinzione che non esistono cani inadeguati ma padroni inadeguati, totalmente incapaci i educare e controllare cani”.