Genova, bimbo morto durante il parto. Pm: ventosa usata male

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Novembre 2015 10:16 | Ultimo aggiornamento: 2 Novembre 2015 10:18
Genova, bimbo morto durante il parto. Pm: ventosa usata male

(Foto d’archivio)

GENOVA  – Un anno fa un bimbo morì subito dopo il parto. Oggi si sa che quella morte fu causata dalla ventosa usata per agevolarne l’uscita dalla pancia della mamma, o meglio, come scrive il Secolo XIX, dall’uso “scorretto della ventosa usata per agevolarne l’uscita”. Per questo, dopo un anno di indagini, il sostituto procuratore Francesco Pinto ha iscritto nel registro degli indagati due ginecologi dell’ospedale Galliera del quartiere Carignano di Genova. I due medici, di cui il quotidiano ligure riporta solo iniziali ed età (A. F., 45 anni, e D. R., 58 anni), sono difesi dagli avvocati Antonio Rubino, Nicoletta Garaventa ed Ersilio Gavino).

I fatti risalgono ormai ad un anno fa. Era il 24 novembre del 2014, ricorda il Secolo XIX, quando il piccolo Carlitos morì subito dopo essere venuto alla luce. Per il bimbo fu fatale l’utilizzo “scorretto”, scrive il quotidiano di Genova, della ventosa usata per agevolarne l’uscita dopo quattro ore di spinte della mamma. Solo dopo si decise di praticare il parto cesareo. Ma quella ventosa gli provocò una frattura cranica, e tutto quello che venne fatto dopo dai medici non servì a nulla.

Scrive il Secolo XIX:

“Per questo nei giorni scorsi il sostituto procuratore Francesco Pinto ha inviato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari a due ginecologi del Galliera (A. F., 45 anni, e D. R., 58 anni, difesi dagli avvocati Antonio Rubino, Nicoletta Garaventa ed Ersilio Gavino). La tragedia si materalizzò infatti nell’ospedale di Carignano, e all’inizio sei persone erano state iscritte sul registro degli indagati con l’accusa di omicidio colposo”