Genova, i clienti delle prostitute chiedono i soldi agli usurai

Pubblicato il 14 Giugno 2013 20:17 | Ultimo aggiornamento: 14 Giugno 2013 20:17
Genova, i clienti delle prostitute chiedono i soldi agli usurai

Genova, i clienti delle prostitute chiedono i soldi agli usurai

GENOVA – La crisi si abbatte sul carrello della spesa, ma adesso anche sui ‘vizi’ dei genovesi. Sempre più clienti di prostitute ricorrono a microprestiti di usurai per pagare le prestazioni sessuali e questo succede soprattutto alla fine del mese.

E’ uno dei risultati emersi dalla ricerca ‘I costi dell’illegalità’, realizzata dal professore della Luiss Antonio La Spina per la Fondazione Rocco Chinnici, con la collaborazione della Compagnia di San Paolo e il Comune di Genova. ”Molti intervistati ci hanno anche raccontato – spiega uno dei ricercatori, Giovanni Frazzica – che ormai moltissimi clienti a fine mese non hanno più i soldi per pagare le lucciole. Così sono loro stesse a indicare ai clienti le famiglie a cui chiedere i soldi, 50 o 100 euro. Prestiti che ovviamente vengono concessi a tassi da usura”.