Genova, comandante ucraino scomparso: due ufficiali arrestati per omicidio

di redazione Blitz
Pubblicato il 7 novembre 2017 18:42 | Ultimo aggiornamento: 7 novembre 2017 18:43
comandante- scomparso-omicidio

Genova, comandante ucraino scomparso: due ufficiali arrestati per omicidio

GENOVA – Il caso del comandante ucraino Yurii Kharytonov scomparso dal cargo Msc Giannina è ormai ufficialmente diventata un’inchiesta per omicidio. Gli agenti della squadra mobile di Genova e la polizia di frontiera hanno arrestato, con l’accusa di omicidio volontario, Dmytro Savinykh, 44 anni, e Oleksandr Maltsev di 43, i due ufficiali della nave  sospettati di aver ucciso il comandante Kharytonov, 51 anni, scomparso tra il 19 e il 20 ottobre durante la navigazione fra Gioia Tauro e Genova.

Il fermo è stato disposto dal pm Marcello Maresca. Gli ultimi esami eseguiti dalla polizia scientifica a bordo del cargo avevano rivelato la presenza di tracce di sangue su due pontili e in altri angoli della nave.

Sulla nave ancorata al Vte di Voltri nei giorni scorsi è stato anche portato un cane cercapersone del nucleo cinofili della polizia, che però non ha trovato nulla. Il capitano, 54 anni, è scomparso fra le 19 di giovedì e le 4 di venerdì dopo il turno al timone della nave. La Giannina è lunga 182 metri e larga 26.