Genova, “Il tutor è inaffidabile”. Giudice dà ragione a automobilista sulla A7

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 settembre 2013 11:23 | Ultimo aggiornamento: 22 settembre 2013 11:23
Genova, il "tutor" è inaffidabile. Almeno sulla A7

Genova, il “tutor” è inaffidabile. Almeno sulla A7

GENOVA – Il “tutor”, sistema che misura la velocità media in autostrada è “inaffidabile”. Almeno, secondo la sentenza emessa dal giudice di Pace di Ovada, in Liguria, lo è quello sulla autostrada A7, che collega Genova a Milano.

Il giudice ha infatti dato ragione a un automobilista multato. Sentenza,  tra le prime in Italia di questo tipo, che potrebbe aprire la strada a una valanga di ricorsi analoghi. C’è, come scrive Repubblica Genova, un precedente per una tratta autostradale a Casarano ma è il principio dell’inaffidabilità del sistema tutor a costituire un precedente significativo.

Scrive Repubblica nella sua edizione genovese:

Pur in assenza delle motivazioni (saranno depositate nelle prossime settimane) con le quali il Giudice di Pace, l’avvocato Paola Pardini, ha accolto l’istanza, la “Glob” (fa parte dell’Associazione Nazionale Consumatori) che ha assistitol’automobilista, nel ricorso ha puntato l’indice contro l’apparecchiatura fotografica. Mario Grasso, responsabile della Onlus, spiega che, soprattutto, si è fatto leva sull’assenza di taratura del sistema che scatta la fotografia, supportando tale ragione con relazioni tecniche: «La macchina fotografica non è uno strumento di misurazione, quindi non è possibile tararla – sopttolinea Grasso – lo è, invece, il Sicve o l’autovelox, che mandano un impulso alla macchina fotografica. Così come tra un computer ed una stampante talvolta il segnale è recepito in ritardo, quindi la foto potrebbe essere scattata ad un veicolo che segue quello che commette l’infrazione». Inoltre, sul verbale notificato all’automobilista non è stato specificato che tipo di Sicve è utilizzato sulla A-7, quindi a rigore impossibile verificare se il sistema sia tarato o meno.