Genova, “meglio morto che in ospizio”. Si dà fuoco a 89 anni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Luglio 2014 9:07 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2014 9:07
Genova, "meglio morto che in ospizio". Si dà fuoco a 89 anni

Genova, “meglio morto che in ospizio”. Si dà fuoco a 89 anni

GENOVA – Di stare in quell’ospizio non ne voleva sapere. E ha preferito morite. Un uomo di 89 si è ucciso dandosi fuoco all’interno dei bagni del Don Orione di San Fruttuoso.

Perché dopo essere rimasto solo non voleva accettare di stare all’interno di un istituto per anziani. La tragedia è avvenuta nella mattinata di sabato 26 luglio.  A scoprire il corpo senza vita dell’anziano sono state le infermiere della struttura.

Il pensionato sul letto aveva lasciato un biglietto per spiegare le ragioni di questo gesto. Secondo quanto ricostruito dalla Questura l’anziano non aveva accettato di andare a vivere in un ospizio dopo che la compagna malata di Alzheimer con quale stava da dieci anni era stata stava ricoverata in una struttura fuori regione.