Genova, rapinatore arrestato: stordiva vittime con spray

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Dicembre 2015 15:55 | Ultimo aggiornamento: 1 Dicembre 2015 15:55
Genova, rapinatore arrestato: stordiva vittime con spray

Genova, rapinatore arrestato: stordiva vittime con spray

GENOVA – Avvicinava gli anziani, fingeva di conoscerli e ne conquistava la fiducia, poi li narcotizzava con uno spray e li derubava. Questo il modus operandi del rapinatore seriale arrestato a Genova dagli agenti. L’uomo usava uno spray narcotizzante che stordiva le vittime e poi le accompagnava al bancomat, dove faceva prelevare fino a 2mila euro in contanti, senza che i malcapitati riuscissero a ribellarsi.

Tommaso Fregatti sul Secolo XIX scrive che queste rapine erano ormai in preoccupante aumento e polizia e carabinieri hanno unito le forze per dare un volto al rapinatore e arrestarlo. Il suo modo di avvicinare le vittime era sempre lo stesso:

“Si fingeva ex collega di lavoro o amico di gioventù: «Ma come non mi riconosci? Sono io, Marco. Quanto tempo è passato?» ripeteva all’anziano all’infinito fino a mettere in imbarazzo la vittima che proprio non riusciva a ricordarsi di lui. E dopo aver conquistato la fiducia del malcapitato, fermato per strada o ai giardini, lo stordiva con uno spray al narcotico. Spruzzato direttamente sul volto. Come fosse un profumo. «Ti piace? È un prodotto che vendo io», sorrideva. A quel punto il gioco era fatto. Accompagnava il pensionato a prelevare al bancomat”.

I malcapitati prelevavano dal bancomat ingenti somme di denaro e il rapinatore lasciava in cambio due giacche da pochi euro. Rapine che avvenivano in pieno centro cittadino e lasciavano le vittime nell’imbarazzo del non essere riusciti a reagire:

“«Non mi ricordo niente» ed ancora: «Non riuscivo a reagire. Ubbidivo ai suoi comandi come un automa», avevano raccontato alcune delle vittime ai carabinieri. E proprio i militari della stazione di San Martino, diretti dal capitano Giacomo Ravo e dal luogotenente Franco Monteleone, al termine di una indagine iniziata dopo il boom di denunce sono riusciti ad individuare ed arrestare l’autore delle rapine, Salvatore Picco, 65 anni. L’accusa è di rapina aggravata. I militari gli contestano nove colpi avvenuti tutti in centro città. L’elenco è lungo: via Corsica, via Malta, via Albaro, via Piave, corso Marconi, piazza della Vittoria, piazza Corvetto”.