Genova, sedicenne molestata su bus: salvata dalla polizia

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Settembre 2015 17:40 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2015 17:40
Genova, sedicenne molestata su bus: salvata dalla polizia

Genova, sedicenne molestata su bus: salvata dalla polizia

GENOVA – Ha preso un autobus in pieno giorno, di domenica. E si è trovata davanti un uomo ubriaco di 48 anni che si è sbottonato i pantaloni, l’ha strattonata e ha cercato di avere un rapporto sessuale con lei. Protagonista della vicenda, avvenuta nel quartiere genovese Pra’, una ragazza di soli sedici anni. Ad aiutare la ragazza è stata la polizia. 

La giovane, infatti, al momento dell’assalto dell’uomo (originario dell’Ecuador, senza fissa dimora e con diversi precedenti penali) è riuscita prima a urlare, poi a divincolarsi e quindi a chiamare la polizia.

Il resto lo hanno fatto le forze dell’ordine: arrivati rapidamente nel luogo dell’aggressione i poliziotti hanno identificato e arrestato l’ecuadoregno. L’uomo era ancora seduto in fondo al bus con la cerniera aperta.

Racconta il Secolo XIX:

«Il secondo fermo in due giorni», fanno sapere dalla Questura, dopo l’avvio dei controlli specifici sulle linee più a rischio in seguito al pestaggio di un autista Amt e alla scoperta dell’aggressione di Caricamento da parte di un gruppo di ragazzi con la presunta aggravante omofoba. Intanto, però, i controlli di vigilantes specializzati sulle tratte più problematiche, l’1, il 192, 193 e 199 a ponente e i due notturni 607 viale Franchini-via Dante e il 670, da Rivarolo a Bolzaneto, tardano a partire per motivi legati all’equipaggiamento (la possibilità o meno dei dipendenti delle ditte private di salire a bordo armati) e le prerogative di polizia in termini di “regole di ingaggio”, su identificazione ed eventuale fermo dei responsabili di reati.