Genova: sequestrata e violentata per due giorni in un motel

di Ilaria Del Prete
Pubblicato il 30 Novembre 2010 14:06 | Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2010 14:06

Violentata per due giorni. La fuga d’amore è finita male per una quindicenne genovese dalle origini equadoregne. Una volta lasciata la comunità alla quale è affidata, la giovane si è allontanata con l’ex fidanzato. Dapprima premuroso come un tempo, il ragazzo avrebbe poi cominciato ad abusare di lei in un motel di via Pré a Genova.

A denunciare la vicenda, i genitori della ragazza, da cui lei è tornata una volta riuscita a scappare dal suo aguzzino. Dal pronto soccorso dell’ospedale Galliera hanno chiamato il 112, e davanti agli agenti Sandra, nome di fantasia, ha cominciato a confidarsi. Ha raccontato che il ragazzo si era fatto risentire dopo che si erano lasciati, e così lei è scappata dalla comunità venerdì per poterlo raggiungere. Nella camera d’hotel, lui l’avrebbe poi costretta a fare sesso, convincendola a suon di schiaffi e pugni. Per scappare ha finto di essersi rassegnata, riuscendo a far abbassare la guardia al suo molestatore. Quando lui l’ha lasciata in camera da sola, lei è fuggita.

I lividi sul corpo sono evidenti, mentre dall’ospedale sono stati confermati i rapporti sessuali. Intanto la ragazza è stata messa sotto osservazione tanto per le sue condizioni fisiche che psicologiche.

Ai carabinieri resta ora accertare che il racconto di Sandra sia veritiero, mentre sono alla ricerca del giovane, che ancora non si trova.

*Scuola di Giornalismo Luiss