Genova, Spea: “Pieno rispetto formale e sostanziale delle norme tecniche”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 ottobre 2018 22:33 | Ultimo aggiornamento: 11 ottobre 2018 22:33

Genova, Spea: “Pieno rispetto formale e sostanziale delle norme tecniche”

ROMA – In merito  all’articolo pubblicato dalla versione online de L’Espresso dal titolo “Dopo Genova la Sardegna: ecco perché stanno crollando i ponti italiani”, SPEA precisa che quanto riportato nello stesso è inesatto, parziale e fuorviante. L’attività di vigilanza delle opere d’arte della rete autostradale rientra nell’oggetto della Convenzione del 2007 tra Autostrade per l’Italia e SPEA ed è svolta in conformità e nel massimo rispetto  di ogni normativa tecnica e di legge. 

SPEA  si avvale  di n. 145 risorse appositamente dedicate all’attività di vigilanza,  suddivise tra uffici centrali ed uffici distaccati presso le Direzioni di Tronco di Autostrade. I tecnici della sorveglianza sono in possesso di adeguate e comprovate capacità professionali oltre che di esperienza pluriennale ed agiscono nel rispetto di procedure predefinite e certificate, che ne assicurano l’operatività per la massima sicurezza. Le procedure di sorveglianza sono periodicamente verificate da enti interni ed accreditati certificatori esterni, che ne attestano l’efficacia sostanziale e la correttezza procedurale. 

Nelle attività di reporting ispettivo è  utilizzato  un sistema codificato di classificazione dello stato delle infrastrutture che permette di segnalare con chiarezza lo stato di conservazione delle opere  ispezionate, e che ha dato prova di affidabilità negli oltre 30 anni di applicazione sull’intera rete di Autostrade per l’Italia su circa 4.000 opere monitorate. In conclusione, gli uffici tecnici di SPEA per la sorveglianza garantiscono in modo sostanziale e continuativo, nel massimo rispetto della normativa vigente, tutte le attività di ispezione di ponti e viadotti.