Genova, si tatua il Ponte Morandi crollato: “E’ importante che nessuno dimentichi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 ottobre 2018 13:36 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2018 13:36
Genova, si tatua il Ponte Morandi: "E' importante che nessuno dimentichi"

Genova, si tatua il Ponte Morandi: “E’ importante che nessuno dimentichi”

GENOVA – Fabio Verace, 57enne di Lagaccio, si è tatuato il Ponte Morandi di Genova. 

Nella parte alta c’è un lampo che attraversa il Ponte Morandi dopo il crollo e poi sotto la didascalia: “A volte basta un attimo per scordare una vita, ma a volte non basta una vita per scordare un attimo”.

“Sarà per tutta la vita un ricordo, un brutto ricordo ma che mi fa sentire fortunato – spiega il 57enne al Secolo XIX – Quel giorno io sono rinato, come tutti i genovesi. Il mio tatuaggio è un gesto d’orgoglio, Genova deve rialzarsi e deve reagire. È importante che nessuno dimentichi”. 

Fabio Verace racconta quel giorno si trovava a Napoli: 

“Sembravo un bambino e tutti mi abbracciavano facendomi le condoglianze. Tornando a Genova in aereo, durante l’atterraggio, vidi il ponte spezzato dal finestrino e ancora non riuscivo a farmene capace. Poi decisi che quell’immagine l’avrei per sempre immortalata sulla mia pelle”.

L’autore del tatuaggio è Marco Firinu:

“Ha ricevuto molti più like rispetto alla media degli altri tatuaggi che posto su internet – spiega il tatuatore nel suo studio di via San Siro – tantissime persone mi hanno scritto per complimentarsi e molte altre si sono prenotate per poter realizzare un tatuaggio simile”.

“Quando Fabio mi ha chiesto quel tatuaggio ho provato una forte emozione – confessa l’artista – il crollo del Morandi è stato un evento tragico per noi genovesi, c’è tutt’ora una sorta di spavento, di dolore che ci accompagna ogni giorno”.